CV9A9889

Noi adulti siamo inclini a pensare che il gioco del bambino sia fine a se stesso, un mezzo per divertirsi e basta. Invece non è affatto così! Più i bambini giocano, sia soli, ma ancor più in compagnia, più apprendono e nello stesso tempo si divertono. Il gioco è la modalità che il bambino da sempre usa per conoscere tutto ciò che lo circonda.
Tutte le azioni che compie un bambino sono un gioco. Attraverso il gioco il bambino sviluppa le proprie capacità, esplora l’ambiente, impara a crescere.
Il gioco è per il bambino la forma primaria di apprendimento e di sviluppo delle abilità motorie; basta pensare a quando impara a camminare o a discernere i colori. Imparare attraverso il gioco rappresenta per lui la massima gioia!
La creatività è un atteggiamento mentale, è una capacità che va sviluppata nel bambino fin da subito, perché diventi una carta vincente per il suo futuro, indipendentemente da ciò che farà, sarà, diventerà.
Essere creativi vuol dire sapere sfruttare ogni risorsa a disposizione trasformandola in qualcosa di utile e nuovo, con fantasia e intelligenza. Perché questo avvenga, occorre che la creatività venga stimolata in un ambiente adeguato che ne faciliti l’emergere naturale. Ciò avviene attraverso il giocare: è divertimento, ma è anche apprendimento: serve al piccolo per acquisire consapevolezza di se stesso e dell’ambiente intorno a lui.
Il gioco è il veicolo preferenziale che anche l’adulto deve utilizzare se desidera proporre qualche attività, solo così riuscirà ad entrare strettamente in relazione con il piccolo, conquistando la sua attenzione e curiosità.
Il gioco diventa, con i propri figli, un’esperienza da condividere e con cui crescere insieme.
E poi quanti giochi poter fare insieme per sviluppare abilità manuali, di coordinamento, spaziali e simboliche! Ecco così i giochi con l’acqua, gli impasti con la pasta di sale, il canto, l’ascolto di fiabe, la produzione musicale con l’uso di barattoli e di scatole, la manipolazione e l’assaggio di alimenti, i giochi con le spezie e con i profumi della natura, in giardino, negli orti o nelle cascine, le attività pittoriche e grafiche, gli indovinelli e le poesie.
La fantasia e la creatività di ogni genitore può poi sbizzarrirsi.

Commenti

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*